Riconoscere maschi e femmine in esemplari di pogona vitticeps adulti è abbastanza facile, mentre è praticamente impossibile in soggetti di pochi mesi di vita nei quali non è presente alcun dimorfismo sessuale.

Esistono due tipi di distinzioni che bisogna fare, caratteristiche primarie e secondarie.

Le primarie sono gli organi sessuali veri e propri, ovvero osservando due esemplari maturi e di simili dimensioni, si nota che subito sotto la cloaca (quindi alla base della coda) nel maschio sono presenti due gobbette con una leggera depressione al centro, le due gobbette sono in effetti gli emipeni retrattili, al contrario la femmina non presenta questa caratteristica ma al massimo una leggerissima gobba centrale.

Il maschio presenta in oltre dei pori scuri posti all'interno del femore detti appunto pori femorali, nella femmina questa caratteristica è molto meno marcata od addirittura assente.

Anche la base della coda è differente nel maschio è piu' larga che nella femmina.

Le caratterisctiche secondarie sono invece di natura fisica e comportamentale, il maschio in genere è di dimensioni maggiori con una testa piu' larga e "pesante".

Il maschio è piu' territoriale e incline a mostrare la barba di colore nero, il movimento che accompagna questa abitudine è l'head bobbing (movimento su e giu della testa dominanza).

Nelle femmine questo comportamento è meno accentuato, anzi spesso in presenza di un maschio rispondono muovento gli arti anteriori in circolo come se nuotassero (arm waving comportamento di

sottomissione).

 

Per i soggetti piu' piccoli è possibile stabilire il sesso mediante la cosidetta spremitura degli emipeni, un operazione molto delicata che dovrebbe eseguire solo un veterinario esperto in rettili.

NELLA FOTO IN ALTO A SINISTRA UN ESEMPLARE MASCHIO

NELLA FOTO IN ALTO A DESTRA   UN ESEMPLARE FEMMINA

Clicca qui per accedere